I colori basilari

Fin da bambini abbiamo la possibilità di disegnare e colore tutto ciò che ci gira intorno. I colori principali di un bambino sono di sicuro i pastelli delle elementari che ti danno la possibilità di colorare qualsiasi cosa. I pastelli, a differenza di quello che molti credono di sapere, sono stati utilizzati moltissime volte nella storia della pittura per creare dipinti di elevata bellezza.

Ancora oggi in molti musei del mondo troviamo quadri fatti con pastelli dai maestri d’arte dell’ ottocento che sono rimasti e rimarranno per sempre nell’albo dei più bei quadri di tutti i tempi. Tuttavia anche se semplici da usare per un bambino, per essere utilizzati su opere d’arte di livello internazionale, l’autore deve conoscere bene come poter fare sfumature e dipingere ogni colore possibile. Quest’ultima cosa di sicuro non è molto semplice, anche perché di loro natura i pastelli hanno un colore molto vivace.

Altri tipi di colori molto amati dai più piccoli sono di sicuro i pennarelli. Il pennarello a differenza del pastello è più simile ad una penna colorata. Utilizza infatti del’inchiostro diluito nell’acqua e altri composti chimici per poter essere utilizzato al meglio sulla carta. Visto il grande commercio negli anni di questi articoli, sono stati sviluppati anche pennarelli che possono scrivere benissimo sul cartone, sulle superfici liscie (lucidi, CD e altro), indelebili il cui inchiostro si toglie solo con l’alcol, e vie dicendo.

Nel mondo della pittura e dei colori esistono tantissimi articoli in grado di colorare qualsiasi cosa, al giorno d’oggi usiamo penne, pastelli, pennarelli e altro, ma una volta usavano le piante e determinati tipi di animali per creare gli inchiostri. Un domani cosa utilizzeremo?

Lascia un commento