La penna, strumento della cultura per eccellenza

pennaLa penna è sempre stata un oggetto molto importante sin dai tempi dell’antichità. In passato si utilizzavano strumenti appuntiti per stendere l’inchiostro su papiri e pergamene come gli steli di piante.
Dagli steli di piante alle attuali penne biro a sfera si sono susseguiti diversi metodi come l’utilizzo di steli metallici per incidere le tavolette di cera passando poi alla carta con le penne di uccello, i pennini, le stilografiche in metallo.
La necessità dell’uomo di lasciare testimonianze del suo passaggio alle generazioni future lo hanno spinto a trovare nuovi modi di scrivere. In principio furono i graffiti, sotto forma di disegni, coi quali l’uomo descriveva i principali avvenimenti della sua vita. In seguito ci furono i geroglifici utilizzati nell’antico Egitto per poi arrivare al primo vero esempio di penna sottoforma di cannuccia vuota appuntita utilizzata per scrivere sulla pergamena e sui papiri. La cannuccia veniva intinta in quello che oggi chiameremmo inchiostro, una sostanza gommosa formata da polvere di carbone e sostanze vegetali.
I Romani utilizzavano la scrittura su tavolette di legno che venivano incise con steli a punta e poi coperte di cera per essere riutilizzate.
Dopo l’utilizzo della carta pergamena si passò alla carta ricavata dagli stracci sulla quale usare la penna d’oca appuntita: la penna d’oca appuntita
fu una vera e propria scoperta poiché consentiva il passaggio dell’inchiostro in maniera regolare ed uniforme.
Successivamente alla penna d’oca vennero utilizzati i pennini d’acciaio ma l’alto costo impose la necessità di trovare un’alternativa che contenesse le spese. Furono così introdotti i pennini di metallo grazie ai quali la scrittura divenne molto più accessibile anche a coloro che fino a poco tempo prima non potevano permettersela. Questa tecnica si diffuse rapidamente anche in Europa per poi aprire le porte alle penne stilografiche, un metodo di scrittura molto più semplice e comodo.
L’accesso alla scrittura per molto persone fu davvero una gran rivoluzione e di lì a poco si passò all’utilizzo delle penne usa e getta, molto più economiche delle precedenti sino ad arrivare alle classiche e moderne penne a sfera di comune utilizzo nei giorni nostri.
Incredibile come un semplice oggetto come la penna nasconda una storia millenaria ancora oggi di grande interesse.

Lascia un commento